Promo dello spettacolo teatrale “FRA CIELO E TERRA – Vita reale e fantastica di Ipazia” Monologo in tre brevi atti
scritto diretto e interpretato da Elisabetta Magnani.
Tratto dal romanzo “Ipazia, vita e sogni di una scenziata del IV secolo” di Adriano Petta e Antonino Colavito
Vita reale e fantastica di Ipazia è un monologo sulla figura, la vita ed il pensiero di Ipazia, astronoma, matematica, filosofa, appassionata e studiosa di geometria, di medicina, di musica, vissuta fra il IV e V secolo, ad Alessandria d’Egitto. Ipazia fù direttrice della scuola Neoplatonica di Alessandria e fu simbolo dell’intelligenza declinata al femminile e spesa nella scienza, considerata allora, occupazione tipicamente maschile; stimatissima e raffinata intellettuale che magistrati e politici si premuravano di consultare con assiduità. Proprio tale posizione sembra aver infastidito il vescovo Cirillo che la fece assassinare in modo atroce da una schiera di monaci fanatici. Prima donna scienziato della storia, vittima dell’intolleranza religiosa.
Lo spettacolo è diviso in 3 capitoli, o 3 brevi atti, della durata di circa 15 minuti, durante i quali vengono ripercorsi tratti diversi della vita, della personalità e del pensiero della bella filosofa; fra un atto e l’altro vi è un cambio d’abito, di prospettiva e di genere musicale, si parte da un genere classico, per passare ad un genere jazz e terminare con un genere contemporaneo (ambient/noise). Anche l’ambientazione cambia e questo può essere rappresentato tramite un effetto di luci e, nelle situazioni in cui questo sia possibile, l’effettivo muoversi all’interno di diversi ambienti del teatro, della casa, della città.